In California, oltre Biden, gli elettori hanno deciso che i rider non sono dipendenti

05/11/2020 17:43
In California, oltre Biden, gli elettori hanno deciso che i rider non sono dipendenti

I suoi elettori a larga maggioranza hanno sancito che i riders che portano il cibo a domicilio, così come gli autisti di Uber, non sono classificabili come lavoratori dipendenti ma rimarranno lavoratori autonomi, cancellando così la preceddente normativa più favorevole

Mentre le elezioni presidenziali sono ancora in bilico, agli elettori americani sono state sottoposte anche numerose iniziative elettorali, una sorta di mini-referendum in cui si pongono domande agli elettori che possono, se approvate, creare, modificare o abrogare le leggi statali esistenti. In totale, ci sono state 129 iniziative elettorali in tutti gli Usa, incluse molte relative alla tassazione e alla legalizzazione delle droghe.

Una decisione che avrà ripercussioni anche oltreoceano, è stata presa in California: i suoi elettori hanno sancito che i riders che portano il cibo a domicilio, così come gli autisti di Uber, non sono classificabili come lavoratori dipendenti. Nella patria della Silicon Valley e della gig economy, dunque, questa proposta denominata numero 22 è stata approvata a larga maggioranza dagli elettori californiani.  Il che significa che gli addetti ai lavori per app come Lyft, Uber, Doordash non diventeranno dipendenti di quelle aziende ma rimarranno lavoratori autonomi. Questo essenzialmente ribalta la normativa AB-5, approvata l'anno scorso, che concedeva a questi lavoratori le stesse tutele dei dipendenti, tra cui il salario minimo, le indennità e i compensi. La delibera approvata dagli elettori include anche una disposizione che aumenta a sette ottavi la maggioranza da raggiungere al Senato della California per annullare questa deliberazione, rendendo molto difficile qualsiasi cambiamento. Un consorzio di aziende tecnologiche, tra cui Uber, Lyft e Postmates, ha speso più di 200 milioni di dollari a sostegno di questa iniziativa. Al contrario, l'opposizione, guidata dai sindacati, ha raccolto poco meno di 20 milioni di dollari.