Sabatini ter, un nuovo modulo per richiedere i contributi

di Cinzia De Stefanis 11/10/2018 18:15
Sabatini ter, un nuovo modulo per richiedere i contributi

Un nuovo modulo per la richiesta di contributo pubblico per la Sabatini ter; l’agevolazione per l’acquisto di beni strumentali all’attività d’impresa. E nuove dritte sul finanziamento

Un nuovo modulo per la richiesta di contributo pubblico per la Sabatini-ter; l'agevolazione per l'acquisto di beni strumentali all'attività d'impresa. E nuove dritte sul finanziamento. Il contributo del ministero dello sviluppo economico sarà determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all'investimento. A un tasso d'interesse annuo pari al 2,75% per gli investimenti ordinari e al 30% (fissato al 3,575%) per gli investimenti in tecnologie legate al piano «Industria 4.0».

Una nota tecnica dei giorni scorsi, stilata dal dicastero dello sviluppo economico, informa le imprese della novità a disposizione per la richiesta di contributo per l'acquisto di beni strumentali. La certificazione antimafia, che il ministero dello sviluppo economico intende acquisire, è richiesta, così come previsto dal dlgs n. 159/2011, per i soli contributi che superano la soglia di 150.000 euro. Sotto non è richiesta. I finanziamenti devono avere durata massima di cinque anni, decorrenti dalla data di stipula del contratto di finanziamento; la durata è comprensiva di un periodo di preammortamento o prelocazione, non superiore a dodici mesi. Nel caso di leasing finanziario, il lustro decorre dalla data di consegna del bene o dalla data di collaudo, se successiva. Qualora la fornitura in leasing finanziario riguardi una pluralità di beni, la medesima durata massima decorre dalla data di consegna dell'ultimo bene, ovvero alla data di collaudo, se successiva.

Finanziamento bancario - È possibile accedere al contributo solo in presenza di un finanziamento bancario/locazione finanziaria. La concessione dei fondi pubblici è condizionata all'adozione di una delibera di finanziamento e alla conseguente erogazione da parte di una banca/intermediario finanziario, aderente alle convenzioni stipulate tra ministero dello sviluppo economico, Associazione bancaria italiana e Cassa depositi e prestiti.

Sono agevolabili esclusivamente le immobilizzazioni nuove di fabbrica. Sono ammessi pertanto a contributo i beni già utilizzati esclusivamente dal fornitore, prima della vendita, a solo scopo dimostrativo (per esempio, i beni portati in fiera a uso mostra). Sono, invece, escluse dalle agevolazioni le immobilizzazioni utilizzate per scopi diversi dalla esposizione, quali i beni consegnati «in prova» o «conto visione» presso l'acquirente.

Stipula contratto finanziamento - Il contratto di finanziamento deve essere stipulato entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello di ricezione del provvedimento di concessione del contributo. Che, a sua volta, viene adottato dal ministero entro 30 giorni dalla ricezione della relativa delibera di finanziamento, trasmessa dalla banca/intermediario. La stipula del contratto di finanziamento può avvenire anche prima della ricezione del provvedimento di concessione dei fondi ministeriali. I finanziamenti bancari, invece devono essere erogati, in unica soluzione, entro 30 giorni dalla stipula del contratto di finanziamento; ovvero, nel caso di leasing finanziario, entro 30 giorni dalla data di consegna del bene (qualora la fornitura riguardi una pluralità di beni l'erogazione avviene in più soluzioni entro 30 giorni dalla data di consegna di ciascun bene).